Piantiamo un giardino commestibile – ovvero come trasformare un fazzoletto di terra in un bocconcino prelibato – a Borgotaro (PR)

13 aprile 2012 10:00a15 aprile 2012 18:00

A Borgo Val di Taro (PR):

Associazione Culturale
NUOVE PROSPETTIVE

LA BOA
fattoria didattica

organizzano:
“Piantiamo un giardino commestibile”
ovvero come trasformare un fazzoletto di terra in un bocconcino prelibato

dal 13 al 15 aprile 2012

corso pratico-teorico con Stefano Soldati
il corso è limitato a 20 partecipanti

NON SONO AMMESSI AUDITORI ESTERNI


« Troverai più nei boschi che nei libri. Gli alberi e le rocce ti insegneranno cose che nessun maestro ti dirà.»

Bernardo di Chiaravalle

Cos’è una Food Forest?

Un sistema agricolo composto da  alberi, arbusti, cespugli, rampicanti, piante erbacee perenni da foglia e da radice, che producano frutti, foglie, fiori, radici, legna utilizzabili in cucina o erboristeria. Riproducendo quanto fa la Natura, faremo un giardino che diventerà al più presto autosufficiente, assai produttivo ed estremamente bello.

Cosa faremo nel corso:

Impariamo a conoscere e riconoscere le principali piante commestibili utilizzabili nelle nostre zone: noci, kaki, noccioli, salici, giuggioli, sambuchi, corbezzoli, olmi, pruni, aceri e moltissime altre !

Parleremo di come si riproducono le piante, degli utilizzi, le epoche di raccolta e le loro proprietà.

Parleremo di MICORRIZE, della loro fondamentale importanza per la fertilità della terra, come salvaguardarle, riprodurle e come ripristinarle in terreni maltrattati. Pianteremo tante piantine.


Materiale didattico:
file di articoli, fotografie, testi, indirizzi di vivaisti ed altro.

Ogni corsista deve portarsi:

vestiti e scarpe da lavoro, stivali, guanti e una vanga

se li avete portate: semi, piantine, pasta madre, madre dell’aceto, … altro? da scambiare con gli altri

entusiasmo (obbligatorio)

Costo: 150 € la quota comprende quota associativa, 3 giornate di docenza, materiale didattico, 3 pranzi del mezzogiorno.

Abbiamo chiesto un contributo alla provincia di Parma che potrebbe abbassare la quota del corso, aggiorneremo la quota qualora fosse accordato.

A tutti i partecipanti verrà data inomaggiouna piantina per iniziare la propria food forest.

Iscrizione:
Compilare e inviare la scheda; fare bonifico di 50sul C/C postale n.  99551814 (oppure tramite bollettino postale)
IBAN: IT38 N076 0102 0000 0009 9551 814 intestato a: Associazione Nuove Prospettive

Causale: “FFPR +………….”    (…………. = nome partecipante)  e mandare conferma con fotocopia del versamento a:

il saldo dovrà essere effettuato la mattina del primo giorno di corso.

La caparra è rimborsabile al 70% (saranno trattenuti 15€ per le spese di registrazione) se viene formalmente inviata una mail di disdetta entro 15 giorni dall’inizio del corso. Non è previsto alcun rimborso nel caso di ritiro nelle due settimane antecedenti all’inizio corso. Nel caso in cui il corso sia sospeso/annullato, la caparra sarà restituita totalmente.

Dove: a Borgo Val di Taro in località Monticelli via Sinistra Taro 127 per la parte teorica, a Rizzone, via Sinistra Taro 156 per la parte pratica.
In auto: indicazioni
In treno: il sito dista 4 km dalla stazione dei treni di Borgo Val di Taro, da cui parte anche un servizio di Prontobus info

Quando: orari:  ven 10-18 sab 9-18;  domenica 9-13


Mangiare:
A mezzogiorno mangeremo tutti insieme. Chi vuole può portare da condividere un dolce e/o un vino (o altro…) tipico della propria zona di provenienza.


Dormire:
B&B “La Pineta”  info


Docente:

Stefano Soldati: diplomato con lode in Erboristeria all’Università di Urbino; da oltre venticinque anni si occupa di agricolture alternative. Da diciotto anni gira per il mondo insegnando cerealicoltura biologica, gestione aziendale e successivamente costruzioni con balle di paglia. É uno dei primi quattro italiani diplomati in Permacultura. È stato il primo presidente della Accademia Italiana di Permacultura. È docente presso la Scuola di Pratiche Sostenibili di Milano, presso l’Ecovillaggio GAIA a Navarro (Argentina) e presso il CAT in Galles (UK).

info:
tel. 335 5634287 Stefano   skype: stefanosoldati

per info logistiche: emanuelagrazian@gmail.com tel.             339 7446838         Emanuela

(525)

This entry was posted in Agricoltura, Corsi e Seminari, Decrescita, territorioparmaovest. Bookmark the permalink.

One Response to Piantiamo un giardino commestibile – ovvero come trasformare un fazzoletto di terra in un bocconcino prelibato – a Borgotaro (PR)

  1. marco says:

    cara emanuela sono molti ,interessamti i tuoi siti , ,sono io marco di roma , scrivimi una lettera sulla mia email:marco.dambrosio73@libero.it,avevi ragione era piena la mia posta,contattami , lo sai ciao

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>